Normative di sicurezza e caratteristiche degli spazi confinati

NewsCommenti disabilitati su Normative di sicurezza e caratteristiche degli spazi confinati

Per spazio confinato si intende un qualsiasi ambiente limitato, caratterizzato da limitate vie di accesso e uscita, in cui il pericolo di morte o di infortunio grave è molto alto a causa di determinate condizioni.

Il termine ricorre spesso nell’ambito della sicurezza sul lavoro, identificando luoghi con specifiche caratteristiche: ambienti circoscritti in cui la presenza di sostanze tossiche o di particolari fattori, determinano varie tipologie di rischio per la salute e l’incolumità dei lavoratori.

Definizione e caratteristiche di spazio confinato

Le definizioni di spazio confinato sono diverse e non sempre esaustive. Occorre pertanto riunire diverse caratteristiche al fine di identificare questi luoghi, che possono essere ambienti chiusi (totalmente o parzialmente) ma anche all’aperto, che, sebbene non siano progettati e costruiti per essere occupati stabilmente dalle persone, lo possono essere temporaneamente per particolari interventi lavorativi come ispezioni, pulizie, manutenzioni, etc.

Quelli più ricorrenti all’interno dei contesti di lavoro sono luoghi che prevedono la presenza di sostanze inquinanti nell’aria, carenza di ossigeno, pericolo di rimanere intrappolati da materiali di deposito, rischio di incendio o esplosione e condizioni microclimatiche sfavorevoli come l’eccesso di calore o di umidità.

Riferimenti normativi in materia di spazi confinati

A livello legislativo, la normativa di riferimento per gli spazi confinati era inizialmente rappresentata dal D.Lgs. 81/08 (in particolare gli articoli 66 e 121 e Allegato IV, punto 3).

In seguito è stato varato il DPR 177/2011 (“Regolamento recante norme per la qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi operanti in ambienti sospetti di inquinamento o confinati”) che introduce l’obbligo di effettuare lavori in tali ambienti soltanto mediante imprese dotate di una qualificazione specifica e introduce alcune regole che l’azienda committente deve rispettare per la gestione di tali interventi. 

Tra gli esempi di spazi confinati più comuni vi sono i serbatoi, i silos, le reti fognarie, i sistemi di drenaggio chiusi, le vasche, le cisterne aperte, le tubazioni, gli ambienti con ventilazione scarsa o assente, le camere di combustione all’interno di forni, i locali tecnici di piscine e gli scavi a sezione ristretta.

Resta comunque difficile, se non impossibile, stilare un elenco completo, perché vi sono casi in cui un ambiente diventa confinato solo in seguito a particolari interventi di modifica funzionale.

I Fact sheet di Inail utili alle imprese in materia di ambienti confinati

Per le micro e piccole imprese, un utile riepilogo di tutte le misure da tenere in considerazione quando si parla di spazi e ambienti confinati è rappresentato dalle tre schede informative (fact sheet), pubblicate dall’Inail sul suo sito istituzionale.

Secondo la formulazione recente, un ambiente confinato o sospetto di inquinamento è dato da uno spazio circoscritto, in cui non è prevista la presenza continuativa di un lavoratore, ma usato limitatamente allo svolgimento di una mansione assegnata per un lasso di tempo determinato. Questo luogo è caratterizzato da accessi limitati e difficoltosi, con possibile ventilazione sfavorevole. Nel primo fact sheet è presente un’elencazione dei principali fattori di rischio, tra cui asfissia, esplosioni, intossicazioni e schiacciamenti.

Il secondo fact sheet si sofferma sui prodotti di ricerca approntati dall’Istituto, tra cui un simulatore fisico che riproduce, in modo controllato e sicuro, alcune condizioni di lavoro tipiche degli spazi confinati.

Il terzo fact sheet presenta la prima esperienza formativa per lavoratori e rappresentanti del datore di lavoro, basata su un progetto sperimentale. Nei corsi sono state proposte esercitazioni pratiche e analisi dei casi concreti di infortuni, incidenti e near miss, attraverso lezioni in presenza, utilizzo di video e immagini, giochi di ruolo e simulazione fisica.

È importante tuttavia segnalare che l’accordo Stato Regioni previsto 10 anni dal DPR 177/2011 in  merito ai corsi di formazione obbligatori per chi opera in ambienti confinati non è ancora stato adottato!

Vuoi approfondire ulteriori aspetti relativi agli spazi confinati e, più in generale, alla sicurezza sul lavoro? Contattaci: ti forniremo tutti i chiarimenti necessari!

  • AMBITI DI INTERVENTO

    • Sicurezza sul lavoro e valutazione dei rischi
    • Formazione
    • Autorizzazioni ambientali
    • Gestione rifiuti
    • Valutazioni di impatto acustico e di clima acustico
    • Consulenza per sistemi di gestione qualità, sicurezza e ambiente
    • Campionamenti e analisi degli inquinanti
    • Progettazione impianti antincendio
    • Progettazione impiantistica, acustica e antisismica
    • Valutazione dello stress e soluzioni per il benessere aziendale
    • Privacy e sicurezza informatica
    • Pratiche relative al pubblico spettacolo - Decreto "Gabrielli"
    Entra in contattoPer una consulenza Entra in contattoPer l'offerta formativa

© PASS SRL | C.F. e P.IVA 01756130389 | Via Cairoli, 22 - 44121 Ferrara | Tel +39 0532 247713 | Fax 0532 215574 | passferrara@pec.it | © 2020. ALL RIGHTS RESERVED. POWERED BY PIXEL CREW | PRIVACY POLICY & COOKIE POLICY