Misure preventive COVID-19 | Stop alle attività formative fino al 3 aprile 2020

NewsCommenti disabilitati su Misure preventive COVID-19 | Stop alle attività formative fino al 3 aprile 2020

In ottemperanza al Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 11 marzo 2020, le attività formative di Pass Srl saranno valutate caso per caso fino al 3 aprile 2020, in attesa di ulteriori indicazioni.

Per tutti i corsi, sarà nostra cura contattare direttamente i referenti per verificarne di volta in volta la fattibilità.

Raccomandiamo di evitare di diffondere panico o allarme indiscriminato: il virus COVID-19 è un virus influenzale, come tale a rapida diffusione, con un tasso di mortalità ancora da verificare nel nostro Paese: la tutela della propria salute ogni giorno è il miglior scudo rispetto alle infezioni, perciò niente panico e una igiene di vita sana, oltre ad una maggiore attenzione alla prevenzione.

Nell’ottica della prevenzione di ogni rischio, si sollecitano le aziende a verificare che nei servizi siano sempre a disposizione dei lavoratori detergenti ed eventualmente soluzioni idroalcooliche per il lavaggio delle mani.

Qualora un lavoratore provenga o abbia avuto contatti con i comuni “focolaio” (zone per le quali vigono le Ordinanze contingibili e urgenti adottate dalle Autorità competenti, ad oggi Provincia di Padova e Lodigiano) è necessario prendere contatti con il Medico Competente per attivare le procedure di tutela della salute.

È responsabilità del collaboratore comunicare tempestivamente all’Azienda: ·il proprio stato di salute qualora sia riconducibile alla sintomatologia divulgata dalle fonti ufficiali circa il coronavirus, segnalare di esser stato nelle zone focolaio nelle ultime settimane, ·segnalare se si prevede di recarsi nelle zone focolaio nel prossimo futuro.

MISURE GENERALI DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

  • Invitare tutti i dipendenti a rispettare le indicazioni date dal Ministero per la Salute e dell’Istituto Superiore per la Sanità.
  • Ridurre al minimo le interazioni tra il personale
  • Ridurre al minimo le interazioni tra il personale e terzi
  • Divulgare indicazioni sui dieci comportamenti da seguire indicati dal Ministero per la Salute e dell’istituto Superiore per la Sanità.

Ricordiamo i consigli già diffusi dalla Regione:

  1. Lavati spesso le mani. Il lavaggio e la disinfezione delle mani sono decisivi per prevenire l’infezione. Le mani vanno lavate con acqua e sapone per almeno 20 secondi. Se non sono disponibili acqua e sapone, è possibile utilizzare anche un disinfettante per mani a base di alcol al 60%. Lavarsi le mani elimina il virus.
  2. Evita il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute. Mantieni almeno un metro di distanza dalle altre persone, in particolare quando tossiscono o starnutiscono o hanno la febbre, perché il virus è contenuto nelle goccioline di saliva e può essere trasmesso a distanza ravvicinata.
  3. Non toccarti occhi, naso e bocca con le mani. Il virus si trasmette principalmente per via respiratoria, ma può entrare nel corpo anche attraverso gli occhi, il naso e la bocca, quindi evita di toccarli con le mani non ben lavate. Le mani, infatti, possono venire a contatto con superfici contaminate dal virus e trasmetterlo al tuo corpo.
  4. Copri bocca e naso se starnutisci o tossisci. Se hai un’infezione respiratoria acuta, evita contatti ravvicinati con le altre persone, tossisci all’interno del gomito o di un fazzoletto, preferibilmente monouso, indossa una mascherina e lavati le mani. Se ti copri la bocca con le mani potresti contaminare oggetti o persone con cui vieni a contatto.
  5. Non prendere farmaci antivirali né antibiotici a meno che siano prescritti dal medico. Allo stato attuale non ci sono evidenze scientifiche che l’uso dei farmaci antivirali prevenga l’infezione da nuovo coronavirus (SARS-CoV-2). Gli antibiotici non funzionano contro i virus, ma solo contro i batteri. Il SARS-CoV-2 è, per l’appunto, un virus e quindi gli antibiotici non vengono utilizzati come mezzo di prevenzione o trattamento, a meno che non subentrino co-infezioni batteriche.
  6. Pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro e alcol. I disinfettanti chimici che possono uccidere il nuovo coronavirus (SARS-CoV-2) sulle superfici includono disinfettanti a base di candeggina / cloro, solventi, etanolo al 75%, acido peracetico e cloroformio. Il tuo medico e il tuo farmacista sapranno consigliarti.
  7. Usa la mascherina solo se sospetti di essere malato o assisti persone malate. L’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di indossare una mascherina solo se sospetti di aver contratto il nuovo coronavirus, e presenti sintomi quali tosse o starnuti, o se ti prendi cura di una persona con sospetta infezione da nuovo coronavirus (viaggio recente in Cina e sintomi respiratori). L’uso della mascherina: Aiuta a limitare la diffusione del virus, ma deve essere adottata in aggiunta ad altre misure di igiene quali il lavaggio accurato delle mani per almeno 20 secondi. Non è utile indossare più mascherine sovrapposte.
  8. I prodotti MADE IN CHINA e pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato che le persone che ricevono pacchi dalla Cina non sono a rischio di contrarre il nuovo coronavirus, perché non è in grado di sopravvivere a lungo sulle superfici. A tutt’oggi non abbiamo alcuna evidenza che oggetti, prodotti in Cina o altrove, possano trasmettere il nuovo coronavirus (SARS-CoV-2)
  9. Contatta il numero verde 1500 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni. Il periodo di incubazione del nuovo coronavirus è compreso tra 1 e 14 giorni. Se sei tornato da un viaggio in Cina da meno di 14 giorni, o sei stato a contatto con persone tornate dalla Cina da meno di 14 giorni, e ti viene febbre, tosse, difficoltà respiratorie, dolori muscolari, stanchezza chiama il numero verde 1500 del Ministero della Salute per avere informazioni su cosa fare. Indossa una mascherina, se sei a contatto con altre persone, usa fazzoletti usa e getta e lavati bene le mani.
  10. Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus. Al momento, non ci sono prove che animali da compagnia come cani e gatti possano essere infettati dal virus. Tuttavia, è sempre bene lavarsi le mani con acqua e sapone dopo il contatto con gli animali da compagnia.

 

 

  • AMBITI DI INTERVENTO

    • Sicurezza sul lavoro e valutazione dei rischi
    • Formazione
    • Autorizzazioni ambientali
    • Gestione rifiuti
    • Valutazioni di impatto acustico e di clima acustico
    • Consulenza per sistemi di gestione qualità, sicurezza e ambiente
    • Campionamenti e analisi degli inquinanti
    • Progettazione impianti antincendio
    • Progettazione impiantistica, acustica e antisismica
    • Valutazione dello stress e soluzioni per il benessere aziendale
    • Privacy e sicurezza informatica
    • Pratiche relative al pubblico spettacolo - Decreto "Gabrielli"
    Entra in contattoPer una consulenza Entra in contattoPer l'offerta formativa

© PASS SRL | C.F. e P.IVA 01756130389 | Via Cairoli, 22 - 44121 Ferrara | Tel +39 0532 247713 | Fax 0532 215574 | passferrara@pec.it | © 2020. ALL RIGHTS RESERVED. POWERED BY PIXEL CREW | PRIVACY POLICY & COOKIE POLICY