Climatizzazione, come regolare gli impianti per ridurre il rischio COVID-19

NewsCommenti disabilitati su Climatizzazione, come regolare gli impianti per ridurre il rischio COVID-19

In ottica di sicurezza sul lavoro l’approccio corretto per garantire la salubrità del microclima, ridurre la concentrazione di particolato e agenti inquinanti di natura biologica consiste nel favorire il ricambio d’aria. Tutto questo vale in generale, ma ancora di più in un momento in cui non si è arrestata l’emergenza legata alla pandemia. 

Lo ricorda il rapporto dell’Istituto Superiore di Sanità, rapporto ISS COVID-19 n.33/2020 che indica la qualità dell’aria e il microclima tra i fattori chiave nella trasmissione delle infezioni.

Più bassa è la concentrazione di particelle virali della Sars-Cov-2, minore è la probabilità che queste possano essere inalate nei polmoni o entrare in contatto con occhi, naso e bocca. 

Le buone prassi per limitare il rischio contaminazione da COVID-19 attraverso i sistemi di climatizzazione e ventilazione

Gli aggiornamenti o i miglioramenti del sistema di climatizzazione possono aumentare l’erogazione di aria pulita e diluire i potenziali contaminanti. Sotto questo versante è sempre importante consultare professionisti esperti in riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell’aria. 

Ci sono poi alcune modalità di intervento dettate dalla Società italiana di Medicina Ambientale (SIMA). Un primo consiglio è quello di usare i ventilatori per aumentare l’efficacia delle finestre aperte e posizionarli in posizioni strategiche per evitare che il flusso d’aria contaminata passi direttamente da una persona all’altra. 

Occorre inoltre assicurarsi che i sistemi di climatizzazione funzionino correttamente e forniscano una qualità dell’aria interna accettabile per il livello di occupazione di ogni spazio. Altrettanto importante è riequilibrare o regolare i sistemi HVACR (Heating, Ventilation and Air Refrigeration) per aumentare in il flusso d’aria totale negli spazi occupati. 

Negli edifici in cui il funzionamento del sistema di ventilazione può essere controllato dal termostato, impostare il ventilatore sulla posizione “on” invece di “auto”, che farà funzionare il ventilatore continuamente, anche quando il riscaldamento o l’aria condizionata non sono richiesti. 

Ulteriori consigli in merito alla sicurezza sul lavoro e al contrasto del COVID-19 

Un impianto ben progettato, gestito e manutenuto può quindi contribuire in maniera significativa alla riduzione del rischio da contagio da COVID-19. Per aumentare l’efficacia si consiglia inoltre di:

  • migliorare la filtrazione dall’esterno fino al massimo possibile con l’utilizzo di un sistema di ventilazione meccanica controllata per ridurre significativamente la concentrazione del patogeno nell’aria. 
  • Ispezionare le rastrelliere e in particolare l’alloggiamento del filtro del climatizzatore per assicurarsi che sia della misura adeguata, così da ridurre al minimo il flusso d’aria che lo circonda.
  • Assicurarsi che i ventilatori di scarico dei bagni siano funzionali e a pieno regime quando l’edificio è occupato. 
  • Considerare sistemi portatili di ventilazione/filtrazione dell’aria con particolato ad alta efficienza (HEPA) per migliorare il microclima specialmente in aree ad alto rischio come un ufficio infermieristico o aree frequentate da persone con una maggiore probabilità di avere o contrarre il COVID-19. 
  • Importante è altresì eliminare i contaminanti dell’ambiente senza però ridurre il benessere degli occupanti. Occorre studiare correttamente la collocazione delle bocchette di immissione ed estrazione dell’aria per ottenerne una confortevole distribuzione nell’ambiente. 
  • Mantenere tassi di umidità relativa in estate tra il 50% e il 70% e in inverno tra il 40% e il 60%. Un semplice igrometro è sufficiente per monitorare la situazione.

Non dimentichiamo inoltre che, per incrementare ulteriormente la sicurezza sui luoghi di lavoro, si può considerare l’uso dell’irradiazione germicida ultravioletta (UVGI) come trattamento supplementare per inattivare le particelle di COVID-19, qualora le opzioni indicate in precedenza per aumentare la ventilazione e il filtraggio dell’aria nelle stanze non fossero sufficienti. 

 

Vuoi approfondire ulteriori aspetti relativi alla sicurezza sul luogo di lavoro? Contattaci: ti forniremo tutti i chiarimenti necessari

  • AMBITI DI INTERVENTO

    • Sicurezza sul lavoro e valutazione dei rischi
    • Formazione
    • Autorizzazioni ambientali
    • Gestione rifiuti
    • Valutazioni di impatto acustico e di clima acustico
    • Consulenza per sistemi di gestione qualità, sicurezza e ambiente
    • Campionamenti e analisi degli inquinanti
    • Progettazione impianti antincendio
    • Progettazione impiantistica, acustica e antisismica
    • Valutazione dello stress e soluzioni per il benessere aziendale
    • Privacy e sicurezza informatica
    • Pratiche relative al pubblico spettacolo - Decreto "Gabrielli"
    Entra in contattoPer una consulenza Entra in contattoPer l'offerta formativa

© PASS SRL | C.F. e P.IVA 01756130389 | Via Cairoli, 22 - 44121 Ferrara | Tel +39 0532 247713 | Fax 0532 215574 | passferrara@pec.it | © 2020. ALL RIGHTS RESERVED. POWERED BY PIXEL CREW | PRIVACY POLICY & COOKIE POLICY